Tecnologie di Multimedia Forensics per analisi di immagini/video digitali

Corso avanzato per approfondire le competenze sulla metodologia e le tecniche per una corretta analisi di contenuti multimediali

A chi è rivolto:

Periti Forensi, Forze dell’Ordine che abbiano già una conoscenza di base sulle tecnologie di visualizzazione e analisi dei contenuti multimediali.

Durata:

14 ore.

Immagini e video digitali sono sempre più spesso considerati come possibili fonti di prova nell’iter investigativo o processuale. Tuttavia, per massimizzare l’impatto del contenuto multimediale presentato in giudizio, è opportuno dimostrare la sua autenticità e provenienza. Numerose tecniche sono state proposte dalla Multimedia Forensics per l’analisi dei dati visuali digitali, al fine di conoscere la loro storia, identificarne il dispositivo di acquisizione, verificarne la genuinità. Il percorso formativo proposto è un corso approfondito sui principi che sono alla base della Multimedia Forensics e sulle più importanti tecnologie sviluppate fino ad oggi. Le lezioni frontali si alternano con esercitazioni pratiche, in modo da fornire le competenze sia sul funzionamento dei metodi presentati, che sull’utilizzo pratico dei corrispondenti software commerciali e accademici.

 

Dettaglio argomenti:

  • Il dato digitale e la sua fragilità: integrità e autenticità
  • Metodologie e tecniche per la verifica di autenticità dei contenuti multimediali negli Standard Internazionali (ISO/IEC 27037, ISO/IEC 27041, ISO/IEC 27042, SWGIT/SWGDE Guidelines)
  • Metodologia per l’investigazione digitale dei contenuti multimediali
  • Introduzione alla Multimedia Forensics
  • Analisi dei metadati e del formato dei dati
  • Identificazione del dispositivo sorgente mediante l’estrazione e l’analisi delle tracce di acquisizione
  • Verifica dell’autenticità e rilevamento di contraffazioni, mediante lo studio delle:
    • tracce di codifica: JPEG, Double JPEG, JPEG Ghost, ELA, variazione dei tipi di macroblocco (video)
    • tracce di acquisizione: lenti, artefatti di demosaicatura (CFA), rumore del sensore PRNU
    • tracce di editing: ricampionamento, cloni, riflessi, luci/ombre, prospettiva
  • Esercitazioni pratiche
    • Estrazione e analisi metadati (ExifTool, JPEGsnoop, Amped Authenticate)
    • Identificazione del dispositivo sorgente (JPEGsnoop, izitru, Amped Authenticate)
    • Verifica autenticità (Amped Authenticate, izitru, FotoForensics)